Il testo integrale dell’agenzia di stampa Dire
"Dobbiamo fare il contratto e dobbiamo chiedere ad imprese e governo di incentivare gli investimenti privati e pubblici a favore dell'industria. Rinnovare il contratto dei metalmeccanici ed incentivare gli investimenti significa dare un concreto aiuto alla ripresa di cui necessita il Paese".
Lo scrive Rocco Palombella in un articolo pubblicato oggi sul quotidiano "l'Unità".

"Bisogna mettere in campo misure finalizzate al recupero del potere d'acquisto delle famiglie- si legge nel pezzo in questione- per rilanciare i consumi; occorre creare le condizioni per incentivare una consistente crescita degli investimenti pubblici e privati per riattivare la domanda interna. Rinnovare i contratti, e quello dei metalmeccanici in particolare, può aiutare a far crescere i consumi".

Poi, il riferimento agli investimenti: "Il costo del ritardo digitale dell'Italia - ricorda Palombella- vale circa 2 punti di ricchezza nazionale. L'Italia investe il 4,7% del Pil, contro il 6,4% della media europea. Ecco perché è indifferibile investire in questa direzione lavorando sulle filiere e i distretti del digitale e sviluppando le infrastrutture, come la banda ultra larga".

La Uilm sul contratto ribadisce: "Noi crediamo nello schema di rinnovo classico del contratto nazionale. E non è un'eresia confermarlo proprio ora che altre categorie hanno proceduto secondo questo schema, portando a casa importanti benefici dal punto di vista economico e normativo. Tutti hanno mantenuto il primo e il secondo livello, cioè il contratto nazionale e quello legato agli obiettivi aziendali".

Ufficio Stampa Uilm Roma, 27 luglio 2016

Condividi